11 Flares Twitter 0 Facebook 11 Google+ 0 LinkedIn 0 Email -- Filament.io 11 Flares ×

Per la consapevolezza che la crescita sociale ed economica dei luoghi passa in buona parte – ed a maggior ragione per una regione fertile di arte e storia come la nostra – attraverso il turismo, ed attraverso la riscoperta identitaria delle civiltà, ACU Campania intende promuovere tutti quegli eventi culturali legati alla valorizzazione dei territori, che diano un contributo sostanziale alla rinascita di contesti talvolta dimenticati o violati, per l’assenza di una visione che ne lasci emergere bellezza e potenzialità, per malagestione, o semplicemente per incuria.

Tra questi, segnaliamo “Sistema Irpinia per la Cultura Contemporanea”, un progetto di promozione turistico – culturale degli antichi borghi e dei castelli d’Irpinia, promosso dal Comune di Bagnoli Irpino (AV) e finanziato dalla Regione Campania.

Il progetto prevede una serie di eventi multidisciplinari, attraverso cui arti visive, cinema, fotografia, teatro, musica si porranno come strumenti di marketing per valorizzare al livello internazionale il territorio dell’Irpinia. Strettamente interconnessi fra loro e profondamente integrati nel territorio, gli eventi si svolgeranno prevalentemente a Bagnoli Irpino, comune dal rilevante patrimonio artistico-culturale, e in altre località limitrofe di grande fascino e bellezza, in cui borghi antichi, aree di interesse storico, paesaggistico e culturale, castelli e monasteri di origine medievale, rappresentano un potenziale turistico attualmente poco sfruttato.

L’asset tematico è diviso in due linee di orientamento prevalenti:
– Il primo di marcato taglio fotografico, documentario e cinematografico si aggancia alla fortissima tradizione cinematografica del territorio e in particolare al Laceno d’oro, Festival del cinema neorealistico fondato nel 1959 da Camillo Marino e Giacomo D’Onofrio, nella località Laceno, frazione di Bagnoli Irpino. Ci saranno, nello specifico, due mostre dedicate a due fra i più noti registi italiani: Ettore Scola e Paolo Sorrentino.
– Il secondo invece, dedicato al segmento di arti visive, avrà come protagonista uno dei più emblematici artisti italiani: Piero Pizzi Cannella, il quale per la prima volta allestirà in Irpinia i suoi splendidi lavori esposti in prestigiosi contesti espositivi in Italia e all’estero.
Affiancheranno il progetto Irpinia un sistema fra cultura e memoria:
• madre museo d’arte contemporanea donnaregina
• Teatri Uniti

Per tutte le informazioni: http://www.sistemairpiniaculturacontemporanea.com/

Avv. Margherita d’Andrea

Sistema Irpinia per la Cultura Contemporanea